Alessandra Facchinetti: bye bye Valentino

Alessandra Facchinetti è fuori dalla maison Valentino. Notizie dell’ultim’ora, danno la giovane stilista fuori e la coppia Pier Paolo Piccioli e Maria Grazia Chiuri dentro.

Dopo la stressante rottura con Gucci, Alessandra vede ripetersi lo stesso trattamento ( lei fuori e Frida Giannini dentro). Molte voci dicono che la scorsa collezione della facchinetti sia stata un vero fiasco, ma queste sono solo cose senza base, come quando si vociferava dell’entrata dello stilista Giambattista Valli alla maison, perché unico vero degno erede del Fantastico Valentino.

Staremo a vedere, l’importante che l’eleganza del brand rimanga la stessa di sempre!

Benedetta Guerra

Annunci

10 risposte a “Alessandra Facchinetti: bye bye Valentino

  1. grandi chiuri e piccioli!!!!!!!!

  2. La collezione di Valentino pe 09 era veramente bella, meglio di quella di Valli che è tanto amato ma fa abiti da cerimonia. Per il resto la Facchinetti sarà l’erede di Ford e Prada, visto che è stata la loro assistente, però per Valentino ha fatto un ottimo lavoro. Mi dispiace molto che il mondo della moda sia così: o vendi o sei fuori. Dov’è la poesia? il sogno?la vera eleganza? Chiuri e Piccioli sono molto bravi e poi monsieur valentino li adora…vedremo cosa succederà. Forse la facchinetti andrà da Ferrè al posto dei 6267? Forse…

  3. Io credo che tutto questo è successo perché la facchinetti è stata scelta da Marzotto…adesso che lui è andato via dalla maison…la buttano fuori…comunque si poteva prevedere visto che Valentino in persona…aveva fatto dei commenti …tipo di non conoscerla e che sperava che se attenesse all archivio che lui ha lasciato…io credo che lei è bravissima questa collezione è meno brillante …ma quella inverno 2008 la trovo stupenda e la haute couture lo stesso…penso che altri nella moda hanno saputo rivisitare grandi maison senza stare stretti al archivio come M Jacobs à vuitton, Lagerfeld a Chanel, Galliano a Dior, Gautier a Hermès…senza che sia stato un drama…a me ad esempio la Gianini a Gucci non mi piace copia spudoratamente il periodo Ford…pero vende quindi rimane…

  4. valentinagiannicchi

    Il problema non è se la Facchinetti sia brava o no.
    Il problema è che il suo stile non è compatibile né con Gucci né con Valentino.

    In effetti è un Marta Marzotto…

    Secondo me dovrebbe creare una Maison tutta sua oppure proporsi per Blumarine o Cacharel.
    Allora decollerebbe.

    Vi aspetto sull’Archilady Menabò. C’è un articolo in merito al tema.

    http://valentinagiannicchi.wordpress.com

  5. Il problema non sono le raccomandazioni nel mondo della moda. Anche Aquilano e Rimondi sono pupilli della Sozzani eppure hanno sbancato i botteghini succedendo a Ferrè. IL problema sono gli stilisti che dicono di abbandonare la maison e poi rimangono con le mani in tesca purtroppo. Il problema non è che le collezioni by Facchinetti siano state” troppo poco Valentino”, lo stile di Cristobal Balenciaga, con Nicolas Guesquiere, è stato stravolto, è futuristico, molto più contemporaneo. Pilati con Yves Saint Laurent ora porta avanti uno style più secco, Marras ha accostato, a kenzo, allo stile orientale uno stile dal sapore antico come quello stratificato nella sua Sardegna. Quindi il problema non è snaturare lo stile della maison ma portarlo avanti coniugando intelligenza, gli elementi che hanno fatto del brand un caposaldo della moda, e il gusto contemporaneo. Ed Alessandra Facchinetti questo lo ha sempre fatto da Valentino. Si sono lamentati del fatto che abbia venduto della couture un solo abito. E che significa? Gaultier con la sua prima couture ne ha venduti solo due. Ed ora è alla sua venticinquesima. Nessuno ha voluto aspettare… perchè? Perche Alessandra ormai era nel cuore di tutto e a Valentino questo è sembrato scomodo. E se avesse venduto molto molto di più di sicuro nessuno avrebbe avuto il coraggio di mandarla via. Spero che i legali della Facchinetti ora facciano il proprio lavoro come si deve… perchè non si tratta solo di un licenziamento ma anche di una personalità e di un nome infangato.

  6. oraziosapienza

    vorrei dire brava alla facchinetti pur no conoscendola , trovo che il suo lavoro per la maison valentiono sia stato bello raffinato ma poco capito ! peccato che c era poco dello spirito valentino ma le cose spesso devono cambiare per rinnovarsi per prendere un altra identità , il mondo sta cambiando la crisi avanza ed anche la donna di valentino dovrebbe adeguarsi a tutto cio senza diventare povera ma forese un po piu discreta senza troppi orpelli ori etc…. forse la facchinetti era troppo sofisticata per il amrchi valentino … ma non gli è stato dato tempo, quindi è meglio cosi per lei essere stata mandata via dal gruppo, magari questa volta si deciderà di iniziare una lineache porta il suo nome , se lo merita, è brava11 è sicuramente chic! forse anke la frida di gucci dovrebbe imparare qualcosa da lei !!

  7. in bocca al lupo a chiuri e piccioli i loro accessori e la linea red sono bellissimi!e poi basta con i figli di papa’!

  8. mi dispiace per la facchinetti ma a livello manageriale la scelta era ovvia..lagerfeld è puro chanel,ciò non vuol dire che non ha una sua creatività ma è aderente al brand image..la moda è sogno si,l’immagine di marchio è proprio questo,i vestiti di valentino per la sera erano di una principessa sfarzosi supremi,la facchinetti ha puntato sul minimalismo…non è ringiovanire il marchio è snaturarlo e infatti i compratori non l’hanno premiata per questo,se indosso un valentino deve avere un certo esprit..un anima che i vestiti della facchinetti non hanno!
    spero che lei faccia una sua linea e abbia tutto il successo del mondo.
    Ma quando si parla di succedere a dei mostri sacri si deve seguire un percorso per cambiare,non si può imporre la propria personalità cosi repentinamente,specialmente se lo spessore artistico è minore e soprattutto la visione del prodotto è cosi distante dal target di riferimento.La facchinetti è stata assunta per attrarre anche un altro target il risultato è stato pessimo,ha perso il target di riferimento e non ne ha acquisiti di nuovi.
    Posso solo trovarmi in accordo con Valentino.
    Cmq in bolla al lupo ad Alessandra e ai nuovi stilisti della maison!

  9. Ho esaminato a fondo la collezione P/E 2009 chiedendomi i motivi del clamoroso insuccesso di Alessandra Facchinetti.
    In prima analisi la collezione mi è parsa molto bella,chic ma al tempo stesso moderna, piena di colore, molto attuale.
    Facendo un confronto con le sfilate precedenti firmate Valentino mi sono accorta che forse il problema sta nel non proseguimento di una tradizione ormai consolidata che vede la donna Valentino unica, speciale fuori da ogni moda ma riconoscibile per la magnificenza ( a volte fuori tempo ) dei suoi abiti.
    Alessandra Facchinetti a mio avviso ha portato una ventata di freschezza purtroppo non apprezzata da chi è ancorato al vecchio stile Valentino.
    Credo che Alessandra Facchinetti avrà molto successo se sarà libera di dare sfogo alle proprie idee senza il peso di dover percorrere un sentiero già segnato da altri.

  10. mi chiedo…
    con gucci no…perche’ bho!
    con valentino..no…perche’ non e’ in linea…

    mi chiedo…
    perche’ non una linea con il suo gusto con il suo marchio?
    almeno la libera creativita’ e la ricerca il gusto la voglia di vestire di emozioni le donne,sarebbero quelle che tu desideri…

    la gio da pinocchio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...