Betty Grable: Burlesquamente Pin Up

Oggi parleremo di un’altra icona del burlesque: Betty Grable.

Betty nasce a Saint Louis nel dicembre del 1916, morendo poi nel luglio del 1973, a soli 57 anni, a Santa Monica. Fu seconda di tre fratelli e sin da piccina, il padre Giovanni Conn, la indirizzò verso lo show-businnes, portandola insieme alla madre Lillian a seguire lezioni di ballo, canto e a suonare uno strumento musicale.

Durante la vacanza con la famiglia nel ’29 a Los Angeles, fa provini per un film e rimane nell’assolata Hollywood, frequentando la scuola professionale dove imparare a ballare e seguendo dei corsi all’Accademia Ernest Blecher. A soli tredici anni viene chiamata dalla Fox per far parte della ragazza del coro nel film Let’s Go Places.


Divenne popolare negli anni ’40, dal secondo conflitto mondiale sino alla guerra di Crimea fu il totem di tutti i soldati americani, quei soldati che lontani da casa tenevano nei loro armadietti le foto di una delle donne più belle del mondo.

Betty fu come la sua cara amica Tempesta Storm un’ attrice burlesque e fetish a cui viene dato il termine Pin Up. Si sposa nel 1937 con Jackie Coogan, il celebre monello di Chaplin, per poi divorziarne nel 1940, nel 1943 si sposa con il secondo marito, Harry James da cui ebbe due figlie. Negli anni quaranta diventa famosa facendo musical per la Twentieth Century Fox, diventa famosa per le pellicole come: Appuntamento a Miami del 1941, La fidanzata di tutti del 1944.

Finita la seconda guerra mondiale interpretò parti brillanti in: La signora in ermellino del 1948, L’indiavolata pistolera del 1949, Butterfly americana del 1951 sino al 1953, quando all’età di 37 anni, recitò accanto a Lauren Bacall e Marilyn Monroe in Come sposare un milionario.

Negli anni ’50 inizia a dedicarsi al teatro dimostrando grande carisma in musical come Hello, Dolly! e Bulli e Pupe.

Nella sua affascinante vita ebbe tanti amori, da George Raft, Tyrone Power e John Payne, vivendola secondo i suoi gusti ed esigenze e scrollando le spalle a chi la vedeva troppo lontano dalle bellezze Hollywoodiane.


Benedetta Guerra

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...