Come impazzire nel salotto.

Lettore DVD, consolle di gioco, home theatre, videoregistratore, ricevitore satellitare, ricevitore per il digitale terrestre….la pila cresce di anno in anno, quasi non c’è più spazio e il numero di telecomandi sta diventando inaccettabile.

Ma la tecnologia non doveva semplificarci la vita?

Per fortuna un professore ha dichiarato alla Sloan School of Management del MIT che l’idea di compattare tutti questi servizi non è poi così inconcepibile.


Se una compagnia combina molti di questi servizi in un singolo box, può avere la leadership del salotto e raccogliere cospicui vantaggi economici.

Secondo il Professor Pai-Ling Yin, attualmente i vantaggi sono delle compagnie di Tv via cavo, visto che il loro ricevitore negli USA è l’unico veramente necessario. Ma stanno per farsi soffiare via questo vantaggio. Infatti rispondono molto lentamente e in maniera restia alle nuove esigenze degli utenti.

Quando le case produttrici di entertainment hardware aggiungono caratteristiche alle loro tecnologie già esistenti, non lo fanno per diletto, bensì perchè capiscono che più i consumatori si affidano ai loro dispositivi e più restano a casa ad utilizzarli.

Ad esempio l’iPhone della Apple ha avuto molti consensi perchè è stato il primo dispositivo ad integrare un riproduttore video ed un telefono nell’iPod, creando una sorta di coltellino svizzero elettronico.

Secondo il Prof. Yin, sono i produttori di consolle di gioco, come Microsoft, Nintendo, e Sony, che possono arrivare per primi nella colonizzazione delle living room. Integrando nelle loro unità un lettore DVD ad alta definizione ed un accesso ad Internet, stanno facendo il primo passo necessario per un’eventuale futura integrazione anche con i ricevitori della Tv via cavo; per dirla con una parola, un’unità WiiDVDCablePVR.

Care ditte produttrici, spero che voi ascoltiate il consiglio di questo illustre professore. Quando osservo quella fantastica pila di tecnologia posta sotto al televisore, o mi fermo ad osservare il tavolino ricoperto da telecomandi (compreso quello universale che simpaticamente riconosce solo il televisore) mi sale l’ansia. Se proprio non volete integrare troppi dispositivi almeno mettetevi d’accordo sui telecomandi! Uno per tutti!

Vai a |Fonte

Marianna Lorenzo

Annunci

3 risposte a “Come impazzire nel salotto.

  1. Io una volta usavo il cellulare per cambiare canale. C’è qualche programmino del genere che funziona anche con Decoder?

  2. Marianna Lorenzo

    Certo che esiste! Si chiama Psiloc Ir Remote e permette di controllare diversi apparecchi multimediali. Prima di correre a scaricarlo accertati di avere la porta Ir sul tuo cellulare. Se hai solo la porta bluetooth non può funzionare.

  3. Marianna Lorenzo

    Dimenticavo. Esiste anche la possibilità di cambiare canale con una torcia, un floppy e una lente d’ingrandimento. Non ci credi? Guarda qui: http://www.metacafe.com/watch/688148/change_tv_channels_without_a_remote/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...