Le batterie Li-Ion

Avrete notato, che la maggior parte dei nuovi dispositivi elettronici è alimentata da batterie agli ioni di litio. Cercherò di svelarvi il segreto del loro successo, i loro difetti, e vi darò qualche consiglio su come utilizzarle al meglio.

Le batterie Li-Ion possono essere costruite in molte forme e dimensioni. Ciò permette di sfruttare efficacemente tutto lo spazio disponibile all’interno dei dispositivi. Inoltre, a parità di capacità con altri tipi di batterie, queste sono molto più leggere. Tutto a vantaggio del design!

Le caratteristiche positive non finiscono qui: le batterie Li-ion non soffrono dell’effetto memoria, che in termini pratici si traduce nella possibilità di ricaricare batterie parzialmente cariche senza che si rovinino. Inoltre la loro auto-scarica è minima.


Attenzione però: le batterie Li-Ion possono essere pericolose se utilizzate impropriamente. Non vanno mai aperte, cortocircuitate o tenute alle alte temperature: si corre il rischio che esplodano o che prendano fuoco! Il mio intento non è quello di terrorizzarvi, in quanto hanno ben due dispositivi di sicurezza all’interno, per prevenire queste evenienze.

Altro svantaggio, poco pubblicizzato, è che la loro durata dipende dall’anno di produzione. Una tipica batteria per notebook completamente carica perde in maniera irreversibile il 20% di capacità all’anno.

Le batterie che alimentano dispositivi ad alta potenza (videocamere, notebook) si guastano spesso bruscamente. Al contrario, quelle che alimentano dispositivi a bassa potenza (cellulari, palmari, lettori Mp3) mostrano una riduzione graduale delle prestazioni.

Ed ora alcuni consigli pratici per poterle sfruttare più a lungo:

– Ricaricatele spesso e con carica veloce. Se avete intenzione di non utilizzarle per un molto tempo, caricatele a metà. Una batteria conservata a 25°C perde irreversibilmente il 4% della capacità di carica (in un anno) se ricaricata al 40%. Quelle ricaricate totalmente ne perdono il 20%. Le percentuali salgono per temperature più elevate.

– Le batterie al Li-Ion andrebbero tenute in un posto fresco, in modo che “invecchino” meno rapidamente: un motivo in più per evitare di lasciare il cellulare sul cruscotto dell’auto parcheggiata al sole!

– Mai sottoporle al ciclo “carica-scarica”. Mai scaricarle completamente. Si rischia di danneggiarle in maniera irreversibile.

– Acquistare le batterie al Li-Ion solo quando servono. Ricordate che perdono colpi anche se non le usate!

– Se utilizzate il portatile con l’alimentazione a corrente, togliete la batteria. Eviterete che si riscaldi inutilmente.

Una curiosità: i primi prototipi delle Li-Ion risalgono al lontano 1912!

Vai a | Fonte

Marianna Lorenzo

Annunci

3 risposte a “Le batterie Li-Ion

  1. Se io metto in frigorifero una batteria, è vero che si ricarica?

  2. Marianna Lorenzo

    E’ una leggenda metropolitana… hai l’impressione che la batteria sia leggermente più carica perchè l’hai tenuta staccata dal dispositivo per un pò di tempo. Otterresti lo stesso risultato mettendo la batteria in tasca.

  3. Peccato che sia una leggenda, però è bello pensare che la gente pensi ancora una cosa del genere. Forse con la forza del pensiero la batteria si carica 🙂
    Buona giornata e grazie della risposta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...